Majuscolo

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il presente sito vuole essere una sfida. Sfidare ad osservare.

Ci siamo chiesti se non era opportuno mostrare l'arte per quello che veramente è: il lavoro di donne e uomini
attorno alla sacralità della rappresentazione.

Un po' come per il teatro che stabilisce una relazione fra autore, attore e spettatore (colui che guarda).

Ed è strano come si possa stabilire anche nella rappresentazione grafica, pittorica, nella fotografia e nella scultura, un legame, uno stretto rapporto
tra l'artista e lo spettatore (colui che guarda, che osserva, che partecipa dal latino spectatorem).
Ed è ancora più strano che il termine spettro rappresenti si, la decomposizione dei raggi solari nei sette colori dell'arcobaleno, ma indichi anche (dalla medesima radice etimologica: spicere= vedere, guardare) una figura fantastica, un'immagine, una visione.
Fantasime e visioni che l'artista evoca e rappresenta per un sua diretta affermazione, per una sua ricerca molto intima, per ottenere forse conferme o contestazioni da chi osserva.

Vogliamo escluderci dalla discussione di cosa sia bello e di cosa sia brutto.
A noi interessa guardare, osservare, vedere oltre, forse comprendere, contenere in se, intendere appieno.

Ecco perchè Majuscolo!

A buon intenditor poche parole.
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu